“É nel mese di Ramadan che abbiamo fatto scendere il Corano, guida per gli uomini e prova di retta direzione e distinzione”

(Al Baqara, 185)

 

 

Il mese Benedetto si avvicina, il mese del Digiuno, della Misericordia e del Perdono, in cui fu rivelato il Nobile Corano al nostro amato Profeta Muhammad, pace e benedizione su di lui.

Il Profeta, pace e benedizione su di lui, disse: “Allah lo ha decretato come il migliore di tutti i mesi.”

I giorni di questo mese sono i migliori tra i giorni e le notti sono le migliori tra le notti e le ore durante Ramadan sono le migliori tra le ore. Questo è un mese in cui si è stati invitati da Lui a digiunare e pregare.” Ramadan purifica il corpo, la mente e l’anima.

Ci insegna la disciplina, l’autocontrollo, la pazienza, durante il digiuno Allah ci ha proibito alcuni atti quali mangiare, bere etc. Se siamo capaci di controllare per un mese questi naturali desideri, che sono del tutto leciti, saremo capaci di controllare altri desideri, a noi vietati, per il resto dell’anno. Dopo il successo della precedente edizione della campagna Ramadan, che vide la partecipazione di oltre 20 realtà locali, e la premiazione della sezione di Perugia, che si aggiudicò il 1° posto, seguita da Torino e Novara.

Come farsi scappare un’occasione simile per fare del bene e farsi del bene nel migliore dei mesi?

La campagna “Tasting Ramadan with GMI” propone differenti attività, prima e durante Ramadan, ognuna avrà un punteggio e ogni sezione sceglierà le iniziative da intraprendere.

Sarà premura della sezione indicare un referente che avrà il compito di comunicare il calendario delle attività e fornire la rispettiva documentazione fotografica dell’iniziativa. Tutte le attività saranno pubblicate sull’apposita Pagina Facebook: “Tasting Ramadan with GMI” coinvolgendo i giovani tramite iniziative e rubriche etc.

Inoltre verrà divulgata una guida pratica per il mese di Ramadan, “Tasting Ramadan with GMI”, spiritualità, consigli di sopravvivenza e action plan, ma non solo, per la prima volta, ci sarà un Calendario delle Preghiere GMI , personalizzato per ogni sezione, per il quale verrà indetto un bando! Allah ci esorta a competere per il bene, perciò la campagna prevede un premio finale per la sezione che otterrà il punteggio maggiore, ricordando che la miglior ricompensa viene dall’Altissimo.

Dunque la finalità della campagna è sfruttare al massimo questo mese pieno di Benedizioni, in cui possiamo educare la nostra anima e ricaricarci per il resto dell’anno.

Giovani musulmani d’italia Campagna Ramadan 2015 3 Gli obiettivi della campagna sono plurimi, definiti in “LE SEI A” :  

  • Apprendere il vero spirito di Ramadan
  • Avvicinarsi ad Allah subhana wa ta’ala
  • Ampliare le interazioni tra la sezione e la moschea
  • Accrescere lo spirito di fratellanza e di scambio interreligioso
  • Analizzare la propria vita ponendosi obiettivi
  • Aumentare le risorse economiche delle realtà locali (fundraising)

 

KEEP CALM & PREPARE FOR RAMADAN

“Rajab è il mese della semina, Sha‘ban quello dell’irrigazione,

Ramadan quello della mietitura e del raccolto”

Per vincere la maratona, bisogna allenarsi, prepararsi fisicamente e mentalmente, per intraprendere un viaggio in un paese lontano, facciamo scorta di guide, mappe, abbigliamento adatto e consigli. Così per accogliere al meglio il mese di Ramadan, la preparazione è fondamentale!

Le attività PRE Ramadan partiranno da metà Maggio, per la durata di un mese circa.

Il digiuno del mese di Ramadan, 4° pilastro dell’Islam, la saggezza intrinseca del digiuno, le azioni consigliate, quelle vietate, l’esempio del Profeta, pace e benedizione su di lui, e dei Sahaba, la strategia per cambiare la nostra vita etc.

Questi sono solo alcuni dei punti che si possono affrontare durante le attività. Le iniziative possono essere le seguenti:

  • Incontri formativi in sezione
  • Eventi regionali tra le sezioni
  • Eventi in collaborazione con il centro islamico locale
  • Pulizie di Ramadan

Avere una moschea pulita ed accogliente in cui pregare, leggere il Corano, fa la differenza. Conosciamo la realtà urbana dei centri islamici in Italia, e il miglior modo per aumentare il nostro khushu’ è avere l’ambiente e l’atmosfera giusta. Come? Sistemando la moschea (tappeti, scarpiere, librerie), attaccando poster alle pareti con du’a, versetti riguardanti Ramadan o addirittura imbiancando le pareti. (Previa consultazione moschea locale) Giovani musulmani d’italia Campagna Ramadan 2015 4

  • Training Qur’an

Abu Umamah riportò che il Profeta pace e benedizione su di lui disse: “Recitate il Qur’an perché invero esso sarà nel Giorno del Giudizio come un intercessore per i suoi Ashab (coloro che lo leggono, lo memorizzano e lo mettono in atto).” Muslim Per leggere l’intero Qur’an in 1 mese bisogna prepararsi! Come? Organizzando incontri settimanali volti alla lettura e recitazione del Corano, incontri di tafsir, oppure un corso di Tajwid con l’imam della moschea, in base alle proprie possibilità.

  • Il mio 1° Ramadan

Un’iniziativa rivolta ai più piccoli, in cui i membri della sezione diventano educatori, illustrando cosa sia Ramadan, offrendo ai bambini un pomeriggio di giochi e divertimento all’insegna della conoscenza.

In tutte le sezioni verrà distribuita la GUIDA “Tasting Ramadan with GMI”, formato cartaceo ed elettronico, in collaborazione con i migliori esperti in materia religiosa, sanitaria e psicologica.

 

RAMADAN ACTION PLAN

  • Corsi di formazione

Ampliare le proprie conoscenze in ambito islamico tramite incontri extra, focalizzandosi sulle esigenze dei giovani.

  • Concorso Corano
  • Iftar in Sezione/Moschea

    L’inviato di Dio, pace e benedizione su di lui disse: “Oh gente! Se qualcuno tra voi organizza l’Iftar (cena al tramonto) per ogni credente, Allah lo ricompenserà come se si fosse liberato uno schiavo e Allah gli perdonerà i suoi peccati”. Un iftar in collaborazione con la moschea, oltre alla ricompensa per tale atto, l’iniziativa migliorerà il legame tra i giovani e la comunità islamica locale, una serata in cui i giovani saranno i protagonisti con la propria energia e creatività.

  • Iftar di Beneficienza

Il digiuno ci permette di vivere parte delle sofferenze che molti uomini, donne e bambini vivono per tutto l’anno. Organizzare una cena di beneficienza per i più bisognosi in Italia e nel resto del mondo.

  • Iftar Street

Un iftar che coinvolga prettamente non muslim, una “cena” aperta alla cittadinanza locale (Sindaco, assessori, associazioni, amici etc). L’iniviativa è volta alla conoscenza della realtà musulmana locale e al dialogo, un modo diverso di fare da’wa. Possibili spunti per la serata: spiegare l’importanza di Ramadan, illustrare i benefici del digiuno dal punto di vista medico, esposti anche Umberto Veronesi.

  • Qiyam Layl

Durante Ramadan si intensificano le preghiere, soprattutto quelle notturne, in cerca della Misericordia e Perdono di Allah subhana wa ta’la. Perché limitarsi a un iftar+tarawih tutti insieme, quando si puo’ pregare Qiyam Layl, condividere Suhur con un tuo fratello, pregare il Fajr e dormire in moschea?? Un vero e proprio tuffo nella spiritualità!

  • Torneo sportivo

Un torneo sportivo di calcio, pallavolo etc. che possa coinvolgere più sezioni e/o moschee limitrofe, seguito da un iftar tutti assieme. Ma fa caldo! Visto il periodo estivo e lo stato fisico, si consiglia un orario serale (2/3h prima del Maghreb)

  • Animazione per i bambini durante Tarawih

Prendersi cura dei bambini mentre i genitori pregano, proponendo giochi, disegni, visione di cartoni animati etc. L’attività permetterà a tutta la comunità di pregare in tranquillità non temendo per l’incolumità dei più piccoli.

  • Offrire un pasto

Tramite il supporto di ristoranti, macellerie, panifici, distribuire una volta a settimana pasti ai più bisognosi.

  • Visite in ospedale, case di riposo, carceri etc.

Far visita ad un malato durante Ramadan è fortemente consigliato, e quanti anziani vengono dimenticati, quanti bambini hanno bisogno di un sorriso? Una giornata in ospedale: giovani musulmani animatori, pagliacci, cantastorie, portare energia, divertimento e gioia a chi ne ha bisogno.

  • Ritiro Spirituale

Organizzare un weekend o 3 giorni in moschea, soprattutto gli ultimi 10 giorni di Ramadan, un mini campeggio che può coinvolgere sezioni limitrofe. Ospiti rinomati, attività spirituali, fratellanza, condivisione e gioia.

Le attività proposte sono uno spunto, ognuna di queste attività avrà un punteggio, e verranno definite nel dettaglio dal TEAM RAMADAN durante l’Assemblea Consiliare.
Ogni sezione avrà il documento con le attività e una tabella da compilare con le iniziative scelte, fino al 30 Maggio si recluteranno coordinatori per la campagna.